Biografia Luigi Mastrangelo


Nasce a Santa Croce di Magliano, 1958. Vive e lavora a Bologna dove dal 1984 inizia la sua serie di mostre personali che da allora lo vedono impegnato in tutta Italia e all’estero.

Nelle sue opere ha sviluppato particolarmente il tema dell’autoritratto, Mastrangelo utilizza numerose tecniche, da quella più usuale della pittura acrilica a quelle preziosissime ed insolite del mosaico e della vetrata. I suoi soggetti sono principalmente autoritratti edonistici, in forme e colori surreali, inseriti in contesti naturalistici o decorativi, che attingono spesso al mito ricreandolo modernamente. Fra le fonti d’ispirazione vi è la pittura preraffaellita e l’immaginario New Age degli anni ottanta. Mastrangelo è uno dei più significativi interpreti della pittura Mediale. L’opera d’arte non è vista come totalità autonoma. La pittura agisce su un’ampia gamma iconografica evocando immagini d’imprinting popolare. Vi è un rifiuto della manipolazione descrittiva.

Tra le mostre più significative a cui ha partecipato, ricordiamo Il cangiante al Pac di Milano nel 1986, la personale alla Galleria Massari di Palazzo dei Diamanti a Ferrara nel 1988, ‘Icastica’ alla Galleria d’Arte Moderna di Bologna nel 1994, nella stessa sede ‘Officina Italia’ a cura di Renato Barilli nel 1997.