Biografia Piero D’orazio


Pittore italiano, nasce a Roma nel 1927. Morto nel maggio 2005.

Piero Dorazio intraprende la sua vita di studente con l’architettura, ma si orienta rapidamente verso l’arte e la pittura in particolare. A vent’anni partecipa alla redazione del manifesto Forma I, manifesto che guiderà l’insieme della sua futura opera.
Piero Dorazio si specializza nell’arte italiana in rinascita, ma porta avanti nello stesso tempo il suo lavoro di pittore, critico d’arte, conferenziere ed organizzatore di esposizioni. A partire dal 1984, collabora per il Corriere della Sera, diventando il critico d’Arte accreditato del quotidiano. Comincia la sua carriera di pittore con opere figurative, ma queste assumeranno successivamente uno spirito cubista e poi futurista, caratterizzate da toni vivi e contrastanti. Nel 1947 appare la scultura lineare. Dorazio conoscerà un periodo costruttivista (1955), poi informale. Il “gesto” è per Dorazio d’importanza capitale; i suoi reticoli di linee e colori sovrapposti, che sanno creare un abile melange ottico di toni, sono l’espressione della sua gestualità.